Vienna

Scritto da admin Gio, 20/06/2013 - 21:57
Vienna: la capitale della musica, dell’opera e della Sacher Torte. Storia, Danubio, romanticismo e civiltà assicurati!
Cosa Troverai: 

Preparatevi, amanti della musica! Non riuscirete a camminare davanti a StephansDom senza che un provetto attore o musicista ben imparruccato e vestito non tenti di vendervi in qualche lingua i biglietti per l’Opera, un concerto o chi ssà quale evento lirico. Attraversata da vari eventi storici, scolpita da attacchi turchi, dalle guerre napoleoniche ed infine dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, la capitale austriaca è oggi ricostruita attorno alla sua incantevole storia fatta non solo di cicatrici. Dominata dagli Asburgo fino al 1918, Vienna è diventata un mix di passato con i suoi monumenti, musica, buon cibo e modernità alla quale non può certo sottrarsi una capitale di un milione e mezzo di abitanti. Per tutto il resto Vienna non richiede tante presentazioni o introduzioni: una città ricca di verde attraversata dal Danubio e, soprattutto, una delle metropoli più vivibili e civili al mondo. Il clima è quasi sempre mite o comunque non troppo freddo o caldo ad esclusione di qualche giornata di “punta” in un una o nell’altra stagione. I mezzi pubblici sono puliti ed efficienti, le pasticcerie tradizionali spuntano tra le vie del centro e della periferia, le piste ciclabili sono ovunque tra strade, marciapiedi, giardini, case, edifici storici e sottopassaggi, mentre i monumenti e musei sono di sicuro interesse e gli eventi ben spalmati nell’arco dell’anno. La civiltà , non ultima, tanta, non dimenticatelo!! 


Stazioni ferroviarie

Dall’Italia c’è un treno notturno giornaliero, L’EN 1034-35 (Allegro Tosca), diretto sulla linea Roma-Firenze- Bologna-Venezia-Villach ma che, al momento, arriva a Wien Meidling per permettere i lavori di completamento di Wien Hauptbahnof. Come per tutta Vienna, troverete una fermata della metro a pochi passi(Philadelphiabruke U6 in Brunner Strasse) che vi porterà in centro o ovunque vogliate. Vienna è ben collegata anche con i pullman internazionali: quattro   corse settimanali sulla linea Roma- Praga fermano a Erdberg (fermata omonima, metro U3) e ripassano due giorni dopo in direzione opposta. www.eurolines.it Può essere una buona idea partire da qui col vostro inter-rail!! 

Come scritto sopra, ad oggi, (dicembre 2013), la Hauptbahnof non è stata ancora ricostruita e completata mentre per i treni di metropolitana leggera ed il traffico proveniente dal tronco est (Bratislava ad esempio) resta comunque parzialmente attiva. Sono operative a Vienna la stazione di Meidling in sostituzione di Sudbahnof, che è una stazione minore comunque riammodernata ed ingrandita per sopportare il peso del traffico  (Philadelphiabrucke U6), e la Westbahnof (omonima fermata della metro U3 e U6) da cui parte anche qualche treno limitato al nord Italia e la maggior parte dei treni provenienti dall’Europa Occidentale. Per gli amanti del Kebab, c’è un ottimo kebabbaro a piano terra, tre ragazzi nordafricani allegrissimi che sfornano e preparano ottimi panini a velocità impressionante. Bahnof Wien Mitte è una stazione che si trova vicino al centro storico da cui arrivano e partono i treni da e per l’Aeroporto (City Airport Train) e, ovviamente, le linee metropolitane (Landstrasse U4). Anche questa stazione è in fase di ristrutturazione. 


Torna su

Informazioni sui treni

Austria

Le ferrovie austriache ÖBB (Österreichische Bundesbahnen, sigla sui vagoni ÖBB, sito  www.oebb.at) gestiscono i collegamenti ferroviari in Austria. Non sono richieste prenotazioni obbligatorie, sono tuttavia possibili sui treni Railjet (RJ) e  InterCityExpress (ICE), EuroCity e InterCity (EC/IC). Sui treni regionali e urbani,  RegionalExpress (REX), Regionalzug (R) e S-Bahn, non è possibile prenotare. Il pass InterRail è valido anche sulle seguenti ferrovie:

  • Micotra sulla tratta Villach - Tarvisio (Italia)
  • RoeEE/Raaberbahn collegamento fra Vienna, Graz, Ungheria (Budapest)
  • WESTbahn (collegamento Vienna - Salisburgo).

Torna su

Dove trovare info utili

Per quanto riguarda le informazioni turistiche potete rivolgervi tranquillamente alle reception degli ostelli o di qualunque tipo di alloggio in cui farete sosta. Sono sempre preparati e ben forniti. In caso foste solo di passaggio l’indirizzo dell’ufficio del turismo di Vienna è: Albertinaplatz, Ecke Maysedergasse 1010 Wien. È una via parallela a Karntnerstrasse, la strada più importante di Vienna e si trova subito dietro al teatro dell’Opera, quindi molto identificabile anche per chi visita per la prima volta la città.  Per chi arriva in Aereo, c’è un ufficio del turismo aperto dalle 6 alle 23 tutti i giorni, proprio in aeroporto.  Sfogliando tra le informazioni del Web, Vienna offre altrettante possibilità, i principali: www.wien.infowww.austria.info/it/regioni-e-capoluoghi/vienna-1131594.html


Torna su

Aeroporti

A Vienna c’è un unico aeroporto , o meglio Flughafen, raggiungibile con la S7 dalla fermata metro simmering (U3) o da Bahnof Wien Mitte (Landstrasse U4) con il City Airport Train. Dall’aeroporto, inoltre, partono diversi autobus per tantissime destinazioni, interne ed esterne alla capitale, interessantissimi! (Slovacchia, Bulgaria, stazione dei bus di Vienna, ecc)


Torna su

Stazioni degli autobus, navi e altri mezzi

La Stazione dei bus di Vienna è ad Erdberg (fermata della metro omonima U3). Partono ed arrivano ogni giorno bus internazionali diretti in ogni angolo d’Europa.


Torna su

Itinerari in bici e piste ciclabili

Come anticipato sopra, Vienna è invasa dalle piste ciclabili. Specie nella zona del Danubio decine e decine di ciclisti, pattinatori, soprattutto nella bella stagione, sfilano lungo le efficienti e ben tenute radweg viennesi rendendo più scorrevole il traffico cittadino Da provare e da ammirare soprattutto per l’estremo rispetto che i viennesi dedicano a questa “pratica” salutare ed ecologica.

 


Torna su

Trasporto locale (bus, tram, metro etc.)

Eccellenti, pulitissimi,raggiungono da soli ogni lato della città con la U-bahn, contando le straβebahn veloci e nuove (ogni tanto potreste salire su qualche modello storico!!) in più, a questa moderna città non manca davvero nulla. Se volete fare un’esperienza diversa e nella storia magari provate un giro su un calesse e cavallo. L’autobus invece è il re della notte che, con le sue 22 linee notturne prevalentemente da Schwedenplatz, opera anche (oltre che di giorno) dal termine delle corse della metro fino alle 4.30 del mattino!! I biglietti e abbonamenti per i mezzi sono facilmente acquistabili nelle macchinette delle metropolitane. Un’avvertenza: non provate a fare i “portoghesi”, specie nei fine settimana gruppi di controllori si appostano nelle fermate maggiori e salgono fermando chiunque scenda o passi da corridoi sotterranei. A Vienna non esistono tornelli, ma ci sono i controllori! Oltre alla Vienna card, i prezzi per i soli mezzi attualmente (dicembre 2013) sono questi:

  • Carta 24 ore per tutta la rete: 7.10 €
  • Carta 48 ore per tutta la rete: 12.40 €
  • Carta 72 ore per tutta la rete: 15.40 €
  • Carta per 8 giorni: 35,80 € 

Torna su

Quando andare, come vestirsi e clima

Vienna non ha stagioni: come tutte le grandi città gli eventi si susseguono tutto l’anno ed è quindi possibile visitarla in ogni periodo senza rischiare d’annoiarsi. La primavera ed il periodo a cavallo dell’estate sono i migliori anche se nevicate (suggestive) ad aprile non sono da escludere. Siamo ai piedi delle colline e il clima non è mai troppo caldo o umido nemmeno in estate.


Consigli generali

Non ignorate le tantissime Pension sparse per la città, molte sono fuori dal centro, diverse hanno piccoli ristoranti e pizzerie interne, sono più economiche rispetto agli hotel e comunque offrono un comfort di tutto rispetto. 
Le soluzioni sono chiaramente infinite, non sottovalutate nemmeno gli hotel di grossa catena come la Best Western www.bestwestern.com, in bassa stagione fanno offerte davvero interessanti per camere altrimenti inaccessibili!

Il buon cibo a Vienna non manca, pasticcerie di alta qualità si alternano a quelle di catene internazionali. La colazione a buon mercato non dovrebbe essere un problema. 
Considerate che la zona del Duomo di Santo Stefano (Stephan Platz) è sicuro la più cara ma anche la più fornita. Torte, caffè cremosi, camerieri eleganti. La scelta non manca. 


Torna su

Ostelli, campeggi e altri luoghi per dormire

Se cercate un ostello prima o poi finirete in uno dei tre Wombat hostel, The naschmarkt, the lounge e the base, sono i nomi , in generale i più noti e probabilmente più frequentati della città. www.wombats-hostels.com/vienna/vienna/

Come da tradizione delle capitali della Mittle-Europa sono presenti due Meininger hostel , il sissi ed il Franz, che possono essere delle buone soluzioni a metà tra ostello ed hotel ma comunque di buona qualità e dai prezzi accessibili. www.meininger-hotels.com

Collocato tra le colline Viennesi e con una vista spettacolare sulla città, ho (durante la mia ennesima visita in città) avuto modo di "testare" il Palace Hostel, attraente e verde possibilità per chi cerca un alloggio diverso ed un po' fuori dal centro. I prezzi sono davvero concorrenziali visto che , prenotando tramite Hostelword ho pagato 18 € per una camerata da 4, 16€ prenotando direttamente da loro per i gg successivi!!!! La colazione, compresa, è tutta BIO e straricca tanto che, difficilmente riuscirete a finirla!!! Il parco attorno, un vero paradiso sia di giorno che di notte. Unico (ma piccolo) neo, dal centro è un po' lontano nel senso che è necessario arrivare con la U3 fino ad Ottakrig e da lì prendere il 46B o il 146B (ultimo alle 00:45) e godersi i boschi fin su.. Ma una passeggiata tra aria fresca, profumi, marmotte, puzzole e tutti gli strani animaletti che riuscirete a incrociare, è imperdibile!!! http://www.hostel.at/en/hostel-schlossherberge-2/

Della stessa "catena" del Palace, l'Hostel Hutteldorf si trova a 350m dall'omonima fermata della metro U4 ( verde). Immersa nel verde e ai piedi delle colline, è sempre pieno di backpackers che vanno e vengono. Meglio prenotare se sapete di arrivare in città in alta stagione. Colazione "all you can eat". Camerata da 20 a partire da 13 € http://www.hostel.at/hostel-wien-huetteldorf/

A Vienna si trovano anche due ostelli della catena A&O, che permette agli interrailers di avere uno sconto del 10%, e si trovano a Stadthalle e a Hauptbanhof. Il secondo è vicinissimo alla stazione Wien Hauptbanhof, ristrutturata di recente, dove fermano moltissimi treni della linea S-bahn (gratuiti per i possessori di pass) che permettono di avvicinarsi al centro in pochi minuti. Se prenotate con largo anticipo potete usufruire delle offerte early bird, risparmiando circa il 50%. La colazione non è inclusa e costa 7,50€. http://www.aohostels.com/en/


Torna su

Mangiare, dove e come (mercati, supermercati o alimentari)

Se volete portare a casa o mangiare la vera Sacher torte, l’originale(a detta dei viennesi) è all’hotel Sacher sulla Karntner Strasse. Al piano terra c’è una sala bar dove potete gustare una fetta di questa famosa torta con caffè o altre meravigliose bevande.

Se invece non vi interessano le prelibatezze viennesi e volete semplicemente pranzare con poco, la scelta è infinita: Kebab,il migliore che abbiamo provato è alla stazione Westbahnof, piano terra, tre o quattro simpatici nordafricani cantano e ridono mentre servono e preparano il famoso panino, in tutte le sue versioni (al piatto, nel pane,arrotolato, ecc). Consigliato!

La soluzione nella maggior parte dei casi è comunque il mercato di Neschmarkt (fermata KarlzplatzU2 U4 U1 poi prendete la Wiener Strasse e non potete non vederlo!!): ci sono decine e decine di bancarelle di alimentari, ristorantini e piccoli chioschi dove anche i viennesi si servono in pausa pranzo. Il mercato si estende oltre con una sezione di oggettistica ed altro.

Al Prater (U2 Pratern-messe) nel corridoio in fondo all’uscita della metropolitana (poco prima delle scale mobili) c’è un pizzaiolo che serve i tranci di pizza ad un euro!! Non è il massimo ma se state morendo di fame e siete senza soldi può passare...

Lo Schanigarten è un termine per definire la presenza di tavolini all’aperto in aree pedonali o in parchi pubblici appartenenti a ristoranti o locali che, nel periodo estivo, sfruttano questi spazi per servire i clienti e rendere più confortevole e piacevole la permanenza nei locali stessi. Se ne contano quasi 2000 in tutta Vienna!!

L’Heurigen Viennese è in poche parole l’ “osteria” o taverna tipica viennese. Sono quasi tutte poco fuori dal centro città ma comodamente raggiungibili anche con i mezzi pubblici. Di bello hanno i vini d’annata, cibo tradizionale e un ambiente suggestivo prevalentemente sito tra i 700 ettari di viti presenti nell’area urbana di Vienna. Alcune si trovano in città ma, chiaramente , pur conservando il calore ed il sapore tradizionale, non possono regalare l’emozione di un pasto consumato in un giardino verde. Nella zona dell'hofburg, esattamente all'uscita della fermata Herrengasse ci sono un paio di heurigen davvero carini. Imboccate la stradina più stretta nella piazzetta e vi troverete in una piazzetta piena di tavolini colmi di persone servite da camerieri vestiti in abiti tradizionali( questo dovrebbe essere ilBierhof (haarhof,1), birre e piatti deliziosi già serviti sui tavoli(dipende dall'ora). Dalle 17 c'è l'happy hour con le birre a metà prezzo..se fa caldo e siete assetati..Proseguendo ci si instrada in una piccola salitina da cui si entra nel secondo Heurigen , una taverna sotterranea in perfetto stile Viennese, L'Esterhazykelle (haarhof,3).

I chioschi di wurstel viennese infine, sono i chioschetti conosciuti dai locali per placare la fame improvvisa. Dall’uomo d’affari al nottambulo, alla signora che si avvia all’ingresso dell’Opera House, sino ai gruppi di turisti che passeggiano, tutti o quasi si fermano per assaggiare qualcosa (patatine, wurstel o altro).


Attrazioni, musei, parchi, negozi, locali, etc...

Vienna, in ogni stagione, mese, settimana, ha qualche mostra interessante quindi, prima di partire, verificate cosa nel periodo da voi prescelto c’è in città. Potreste già spendere mezza giornata solo per un evento di “passaggio”. Oltre a questo, l’infinità di edifici storici, musei, luoghi di interesse, fanno di Vienna una città di grande attrazione culturale.

Il centro nevralgico ha sicuramente sede nell’edificio e nella piazza principale che sono rispettivamente Stephansdom (duomo di Santo Stefano) e la Stephan’s Platz (piazza di Santo Stefano, U1 Stephanplatz). Non così di rado all’interno del duomo ci sono concerti davvero suggestivi, sia per il tipo di musica (classica) che per l’ambiente in cui sarete accolti entrando nell’immensa cattedrale viennese! 

L’esposizione permanente dell'Albertina vanta opere di prim’ordine invidiate dal mondo intero: 130 anni di correnti artistiche e nomi del calibro di Monet, Klimt, Degas, Renoir hanno dato a questa collezione un valore di assoluta importanza. Si trova dietro all’Hotel Sacher, in Albertina Platz. Comodo da Stephanplatz (U1) dopo una passeggiata lungo la Kartnerstrasse o da Karlplatz(U1-U2-U4)

Proseguendo sulla Karntner Straβe (da fare se volete dedicarvi ad un po’ di shopping o solo comprare qualche regalo) si arriva prima allo Staatsoper (Opera house) e dopo a Karlsplatz sede di un parco dove potete trovare l’omonima chiesa. 

Da non perdere è sicuramente il Rathaus (U2 fermata omonima): il municipio di Vienna di fronte al quale è sito il Rathauspark in cui sorge uno dei più famosi mercatini natalizi e, nello stesso periodo, viene installato, un anello di pattinaggio su ghiaccio davvero coinvolgente. D’estate non è difficile trovare qualche palco con concerti o spettacoli.

Ad una fermata di metro (U2) dal rathaus, ma anche a piedi se volete, si è già in zona Universitaria (universitat). Dalla metro Schottentor (U2), parte la Universitatstraβe all’inizio della quale si trova il Sigmund Freud Park e, a pochi passi, lo studio-museo del padre della psicanalisi (Bergasse 19). 

Lasciando il centro e la prima periferia è necessaria una visita al Castello di Schönbrunn (fermata omonima U4 o Hietzins , sempre U4), palazzo imperiale e residenza estiva degli Asburgo, ricco di storia di cui meritano una visita, oltre che il castello stesso, anche i giardini attigui e, perché no, lo zoo.

Da non dimenticare le zone dei musei di Volkstheatre (U2 ) e Museumquartier (U2) dove sono localizzati musei come il Naturhistorisches Museum (storia naturale), il Kusthistorisches Museum (capolavori di tutti i secoli), il Technischesmuseum (in mariahilferstrasse 212, Westbahnof U3-U6 o Gumperdorferstrasse U6), museo della scienza e della tecnica.

Belvedere: castello residenza estiva del Principe Eugenio, è formata da due edifici. Al Belvedere superiore è esposta la raccolta dei dipinti di Gustav Klimt più grande al mondo, mentre al Belvedere inferiore è possibile visitare le camere private e di rappresentanza del Principe Eugenio. Il castello è raggiungibile con la Strassebahn D da Karlplatz (U1).

Il Phantasten Museum-Visionary art Gallery è un posto spettacolare http://visionaryartgallery.weebly.com/museum-of-fantastic-art.html, mentre Hundertwasserhaus e Kunst Haus sono nella stessa zona e meritano sicuramente una visita. Basta prendere il tram n°1 da schwedenplatz in direzione Pratestern e schendere a Hetzegasse. Sono edifici coloratissimi disegnati dall'architetto Audtriaco Hundertwasser. Il primo abitato ed adibito a case popolari(sono richieste caratteristiche partiucolari per risiedervi) mentre nel secondo c'è un museo le cui mostre possono essere consultate su questo sito (troverete qualcosa anche su l'Hundertwasserhaus). www.kunsthauswien.com

Sede del presidente della Repubblica Austriaca la Hofburg è stato fino al 1918 dimora fissa dell’imperatore austro ungarico. Oltre alla sala dei congressi sono presenti le sfarzose camere imperiali ricche di preziose collezioni d’arte.(Ottakring U3 poi a piedi per ca 200 m)  

Mercatini di Natale: Da metà novembre a Natale, Vienna offre un suggestivo mercato tipico: i mercatini di Natale. Centinaia di bancarelle ed espositori colorati ricoprono piazze e giardini con i loro festosi dolci, regali, oggetti natalizi e quanto di più si possa immaginare. I più grandi e frequentati(anche per motivi turistici) sono certamente il mercatino del castello di Schonbrunn, che riprende anche per il capodanno, e quello di Rathaus, il Christkindlmarkt, centralissimo e ricchissimo di eventi.   

DIVERTIMENTI Il Triangolo delle bermuda racchiude tutta la zona compresa tra Schweden Platz (fermata metro omonima, U1), i margini del Danubio e i primi battiti di Stephan’s Platz. Qui potete trovare i locali della vita prenotturna in perfetto stile viennese camminando (e fermandovi) tra birrerie, pub e ristoranti.  Da qualche anno stanno aprendo nella zona del Gurtel, un’area di grande traffico apparentemente inadatta allo scopo, alcuni locali come Il Chelsea, il B72, il rihz, il Q [qju:], il Seen e molti altri. Musica dal vivo di ogni genere in locali nati nelle fermate della Stadtbahn sotto il metrò. Alla perplessità iniziale di molti sembrano rispondere i giovani viennesi col successo che stanno riscuotendo questi locali.  Il Praterdome è invece il territorio per i veri nottambuli, per chi ama ballare, per i giovanissimi dai 18 in su. Due piani, quattro piste da ballo, 12 bar tematici ne fanno un luogo cult della capitale austriaca. Raisenradplatz 7, Metro Pratestern, www.praterdome.at

DINTORNI Il primo consiglio è sicuramente Bratislava, ovvero la possibilità di vedere un’altra città europea che da qui si raggiunge comodamente in un’ora e con tre differenti mezzi, ossia, pullman(12 € con Eurolines), treno o anche nave sul Danubio (Twin City Liner in 75 minuti)! Baden è un tranquillo centro termale ad una ventina di Chilometri a sud di Vienna. Ideale per una giornata o un Week end di relax.  Il Monastero di Klosterneuburg si trova poco al di fuori dei confini della città ed è raggiungibile facilmente coi mezzi pubblici (U4 fino ad Heilingestad poi 238 o 239 fino a Klosterneuburg Stift oppure U6 fino Spittelau e S40 fino a Klosterneuburg-Kierling). Trattasi di un'Abbazia del 1114 fondata da Leopoldo III. Oltre al museo e le sale il monastero possiede il podere vinicolo più importante di tutta l’Austria!  


Torna su

Da evitare

Come scritto sopra, Vienna è una città molto civile e pulita, comportarsi come i viennesi è la cosa migliore da fare per esser rispettati e soggiornare nel migliore dei modi in questa fantastica città. Pericoli particolari non ce ne sono, a meno che non si vada a cercarli.


Torna su

Going Alone

Senza problemi, la città si adatta ad ogni tipo di viaggiatore e, come per ogni viaggio, entrare in un ostello significa condividere un esperienza. Consiglio visto che siete soli e più liberi: noleggiate una bici e godetevi le piste ciclabili, ne troverete solo nel Nord Europa di così belle!  


Torna su

Consigli per le ragazze

Se andate per un Week end di shopping e svago, Mariahilfer straβe e Karntner straβe saranno la vostra casa: marchi che in Italia non sono ancora arrivati colmeranno la vostra fame. La sera non ci sono problemi, tantissime fanciulle escono da sole e si trovano con gli amici dopo aver percorso diverse fermate in metro o con i tram.. La civiltà è cosa diffusa tra i viennesi.


Torna su