da porto a lisbona

1 post / 0 nuovi
Ritratto di mari0
Offline
Iscritto : 15/05/2011 - 19:24
da porto a lisbona

Ecco il diario del mio viaggio in Portogallo, spero di dare qualche info utile a chi ha intenzione di andarci e nel frattempo ricordare anch'io i miei giorni passati in questo splendido paese.
I portoghesi sono un bellissimo popolo, multietnico, cordiale, più internazionale rispetto a noi. Sintetizzerei il loro carattere dicendo che hanno lo spirito dei mediterranei ma l'educazione dei tedeschi. Il Portogallo che ho visto io era tutto un salite e discese, viaggetto un po' faticoso insomma c'è da camminare. Sono 10 anni anni avanti a noi. Come spesa pubblica non c'è paragone con quanto viene investito in Italia, te ne accordi dai mezzi pubblici se sei un turista, se ci vivi credo che te ne accorgerai da tutto il resto.
Io non ho fatto l'interrail, sono stata lì per 9 giorni con arrivo e partenza Oporto (ryan air) e ho raggiunto lisbona con un bus della rede expressos che con la carta giovani costa 16 euro e 50 e si prende direttamente alla stazione bus all'indirizzo sul loro sito. Ho dormito sempre in ostello (anche se mi piacerebbe molto provare il viaggio in campeggio trovando qualcuno con cui farlo).
TRASPORTI: i mezzi di trasporto sono comodi e puntualissimi (ovviamente costosi e tutti li pagano, un pò come a Londra). Per usare i trasporti si può: pagare ogni volta che si sale al guido il costo del biglietto (1,60 euro circa, non riutilizzabile su altri mezzi se si scende) oppure comprare e ricaricare delle carte elettroniche alle biglietterie o alle macchinette (si esatto, anche per le macchinette c'è il funzionario che vi aiuta!). Una volta ricaricata con la carta si può salire su bus tram e metro ricordando di convalidarla, nella metro sei costretto se vuoi entrare, coi bus lo fai alla paragem (fermata) prima di salire. Credo di aver speso un terzo dei miei soldi in trasporti. A Lisbona ho usato la carta viva viagem detta anche 7 colinas, a Oporto mi pare ce ne sia solo un tipo e quella mi hanno dato.
CIBO: I piatti tipici sono il baccalà e la sopa (la zuppa). Anche le grigliate di carne. Ogni secondo piatto ha integrato il contorno, in genere riso patatine fritte o insalata. Tutto, compreso il cibo, costa meno che da noi. Curiosità? Usano le chips dei sacchetti come contorno, mettono l'uovo all'occhio di bue sull'hamburger, dell'acqua ci sono due tipi di formato piccolo, quello da 250 o da mezzo litro (strano no?). Ricordate che non sono gratuiti gli antipasti che vi servono appena vi sedete, si pagano, come il pane.
OPORTO: ci ho passato 3 giorni scarsi, più che sufficienti per visitarla e immergersi almeno un po' nei suoi ritmi e nella sua atmosfera. È magica, piccola, tranquilla, ben organizzata, non sto a dirvi i monumenti da vedere che quelli li trovate sul web, a me ha affascinato la città tutta e ovviamente più di tutto la ribeira, la sponda del fiume douro. Mi sono trovata bene al dixo's hostel anche se è caruccio.
LISBONA: ci ho trascorso 6 giorni scarsi di cui 2 passati a fare escursioni nelle vicine sintra e cascais. L'ho vista tutta a parte la zona interna e più periferica. L'oceanario non mi è piaciuto molto, tutti i monumenti che consigliano sul web di vedere li ho visti e mi sono piaciuti tranne purtroppo la statua del cristo, ma so che per arrivarci bisogna prendere dalla stazione dei bus quelli della tst che sono i mezzi che vanno dall'altra sponda del fiume Tejo. A praça do comercio ci si può sedere sugli scalini sulla sponda del fiume, si sta molto bene. Consiglio. Se siete soli non girate la sera durante la settimana in centro, tanto non c'è nessuno! Ho dormito all'ostello della gioventù, niente male.
SINTRA E CABO DA ROCA: per arrivare a sintra si prende il treno dalla stazione Rossio, è in centro, vicino all'omonima stazione metro. Partono treni ogni 10 minuti, fino a sera, si arriva in 40 minuti, il biglietto costa 4 euro return ticket. Dalla stazione di sintra per raggiungere il palazzo da pena e il castelo dos mouros c'è un bus-navetta, costa 4 euro circa return ticket, è il 434 mi sembra. Comunque chiedete sempre informazioni quasi tutti parlano inglese! Il castelo dos mouros è bellissimo, sensazionale. Il palacio da pena, a parte alcuni interni, mi è piaciuto meno. Consiglio dopo aver visitato questi luoghi di andare nel pomeriggio a cabo da roca prendendo il 403, è il punto più occidentale dell'europa continentale, un luogo mistico!
CASCAIS:per arrivarci si prende il treno dalla stazione dei treni di cais do sodre, quella davanti al fiume, 10 minuti da quella di rossio a piedi. Treni ogni 10 minuti, 40 minuti per arrivare, costo 4 euro. Cascais è la classica meta turistica, un bel paesino comunque, per raggiungere la praia do guincho dei surfisti bisogna andare alla stazione dei bus-navetta e li chiedere quale ci arriva. Non c'è un bus che porta sia li che a boca do inferno, bisogna prenderne due diversi, io purtroppo non ho visto boca da inferno ma mi hanno detto che non è un granché, la prossima volta ci voglio passare! E magari farmi un vero bagno nell'oceano che è davvero congelato in alcuni tratti.
Fine del mio diario, è un po' striminzito ma non volevo scrivere una guida turistica. Consiglio a tutte le ragazze che vogliono partire da sole di farlo se hanno avuto quest'idea.